spazio
destraitalia.it spazio sito di informazione politica della destra italiana spazio
spazio
spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio
spazio
spazio
politica
notizia inserita il 19/04/2017
spazio
spazio spazio
spazio
Brexit: oggi Theresa May presenta mozione per voto anticipato l'8 giugno in Gran Bretagna
spazio
di ansa
spazio

spazio
Lo aveva negato almeno sette volte in pubblico: niente voto anticipato prima della Brexit. Buona l'ottava nel Regno Unito, dove la premier Theresa May, con una disinvolta capriola a sorpresa, ha annunciato lo scioglimento della Camera dei Comuni e nuove elezioni politiche per l'8 giugno.

Oggi presenterà alla Camera dei Comuni una mozione per il voto anticipato. Il provvedimento richiede una maggioranza dei due terzi per essere approvato.

L'obiettivo dichiarato dalla May è irrobustire il suo Partito Conservatore per portare a casa l'uscita dall'Ue in barba ai dubbi delle altre formazioni. Quello implicito, approfittare dei sondaggi che, a prenderli stavolta per buoni, le permettono di sperare di far quasi piazza pulita dell'opposizione: a cominciare da un Labour diviso sulla leadership - ad un tempo radicale e troppo soft - di Jeremy Corbyn. "Non sono disposta a consentire che gli oppositori della Brexit indeboliscano la Gran Bretagna", ha proclamato lady Theresa, in tailleur gessato sul blu e posa simil-thatcheriana, comparendo davanti al portoncino al numero 10 di Downing Street con appena un'ora di preavviso - fra gli affannati interrogativi di commentatori e media - per rendere pubblica dopo il Consiglio dei Ministri la sua decisione in un messaggio alla nazione.
Una decisione presa "con riluttanza e solo di recente" pur di dare "stabilità e certezze" al Paese, ha giurato. Ammettendo d'aver cambiato idea, ma negando di averlo fatto per opportunismo. La colpa, nelle sue parole, ricade proprio sulle opposizioni. Sui laburisti di Corbyn, come sui liberaldemocratici di Tim Farron e sugli indipendentisti scozzesi dell'Snp della first minister di Edimburgo, Nicola Sturgeon, (ma anche sui "membri non eletti della Camera dei Lord"), tutti 'colpevoli' a sentir lei d'aver minacciato di mettere i bastoni tra le ruote al negoziato per il divorzio da Bruxelles.

"Il Paese voleva essere unito" in questa fase, "Westminster no", ha insistito: "Ci ritenevano deboli", ma hanno "sottovalutato la nostra determinazione a portare a compimento il lavoro" e attuare il mandato popolare del referendum del 23 giugno d'un anno fa. "Ogni voto ai Conservatori mi renderà più forte nei negoziati con premier, presidenti e cancellieri dell'Ue", sarà "un voto per una Gran Bretagna più forte", ha detto May lanciando un primo appello-slogan agli elettori e ribadendo che dalla Brexit "non si torna indietro".

A titolo di 'garanzia' ha indicato le aspettative tuttora "elevate" per l'economia britannica sotto il timone Tory e i dati record sull'occupazione, glissando su disuguaglianze sociali e incognite del dopo Ue. Ma sopratutto ha evocato il paragone con Corbyn, traballante e inviso all'establishment, in vista di un duello fra ultrasessantenni che lei considera vinto in partenza. Tanto da voler evitare ogni faccia a faccia in tv. Corbyn, impegnato a rimettere insieme i pezzi del Labour almeno per la campagna elettorale, prova comunque a crederci ancora, promettendo un Paese e una Brexit "più giusti". Mentre Farron gioca la carta del no a "una hard Brexit" e Sturgeon quella dell'indipendenza della Scozia da un regno che May vuole portare ancor "più a destra".

Bruxelles da parte sua finge indifferenza e fa sapere che i suoi piani negoziali non mutano. I sondaggi intanto parlano chiaro, oscillando fra un devastante 21% di vantaggio dei Conservatori sul Labour (rilevazione Yougov) e un margine in calo a meno di 10 punti (ricerca Opinum pubblicata domenica). Con i Libdem in ripresa, ma non sopra il 12%; l'Ukip orfano di Farage in declino, ma non sotto il 10; l'Snp a far man bassa in Scozia e solo in Scozia. Le stime sull'assegnazione dei seggi, col sistema uninominale secco britannico, si spingono poi addirittura a prevedere il Partito Conservatore a quota 395 deputati (contro i 331 attuali): fino a 140 più di tutti gli altri gruppi sommati. Se andasse così, per Theresa May si aprirebbero praterie di governo nei prossimi 5 anni, ben oltre l'orizzonte della Brexit, con una maggioranza assoluta di portata storica che neppure la lady di ferro originale, Margaret Thatcher, ebbe mai a disposizione. Se davvero andasse così.
« tutte le news
« tutte le discussioni
« tutte le opinioni
spazio » solo le news di politica
» solo le news di cultura
» solo le news di attualità
spazio invia un commento a questo articolo
stampa questa pagina
spazio
spazio
Segnala questo articolo ad un amicospazio spazio
spazio
scrivici
spazio
spazio
scrivici
destraitalia@destraitalia.it
spazio
spazio
spazio
speciali
spazio
spazio spazio spazio
speciale dal mondo spazio speciale enti locali
dal mondo spazio enti locali
spazio spazio spazio
spazio
spazio
spazio
cerca nel sito


spazio
spazio
news
spazio spazio
spazio
spazio
Salvini: 'La Tav si farà, il progetto verrà soltanto rivisto'
spazio
Brexit: Pil Gb +0,2% nel trimestre,-0,4% a dicembre
spazio
Migranti, Di Maio: pronti a un incidente diplomatico con l'Olanda
spazio
Mogherini, pronti a chiudere Sophia
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Paolo VI e Romero santi in Vaticano il 14 ottobre
spazio
E' morto Paolo Villaggio. La figlia: "Ora sei di nuovo libero di volare"
spazio
Palermo capitale italiana della cultura
spazio
Un libro di foto per raccontare i 70 anni dell'Unicef. In collaborazione con Ansa
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Vasto incendio a Cogoleto (Genova): sfollati e scuole chiuse. La A10 riapre solo verso Savona
spazio
Incendio nella nuova tendopoli di San Ferdinando, un morto
spazio
Migranti: nave Mediterranea ferma davanti Lampedusa. Salvini: 'Non entrano'
spazio
Vaccini: da oggi a scuola soltanto con il certificato
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Poveri universitari, ecco perché non riescono più a pagarsi gli studi
spazio
Toglie i rifiuti dalla spiaggia e viene multata
spazio
Il bimbo di 15 mesi piange, mamma e figli cacciati dal bus: "Infastidiva il conducente"
spazio
Gaza, Netanyahu: "Operazione potrà richiedere tempo"
spazio
spazio
speciali
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
USA. POLIZIA SPARA A NERO DISARMATO
spazio
Burkina Faso, anti-governativi incendiano il Parlamento
spazio
Casa Bianca, Usa sono in guerra con Isis
spazio
Vivian e Alice, insieme da 72 anni, oggi spose:
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Crocetta, discariche? No deriva camorra
spazio
MAZARA, DISPOSTO IL PAGAMENTO DI 410 MILA EURO IN FAVORE DI BELICE AMBIENTE
spazio
MAZARA, COMPLETATI I LAVORI DI ARREDO URBANO NEL LARGO “SANTO VASSALLO”
spazio
MAZARA, DOMANDE PER LE BORSE LAVORO
spazio
spazio
spazio
inizio pagina spazio powered by Redstone multimedia Redstone multimedia
spazio
spazio