spazio
destraitalia.it spazio sito di informazione politica della destra italiana spazio
spazio
spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio spazio
spazio
spazio
politica
notizia inserita il 02/02/2011
spazio
spazio spazio
spazio
Berlusconi: il federalismo passerà
spazio
di Red.
spazio

spazio


“Non abbiamo premura di riempire le caselle vuote nel governo, ma la ristrettezza dei numeri in Parlamento credo comporti la necessità di ampliare la squadra in modo che i ministri-parlamentari possano presenziare di più in aula”.
Lo afferma Silvio Berlusconi, che aggiunge: “abbiamo deciso oggi di considerare con attenzione quelli che saranno gli incrementi della maggioranza in Parlamento e poi decideremo nel giro di qualche settimana come affidare a nuovi protagonisti i posti vacanti nel governo. C’è da dire tuttavia che con una maggioranza che non sarà numericamente elevata come prima bisognerà che i ministri e i sottosegretari si dedichino molto alla presenza in Parlamento”. Quindi “ritengo che verrà fuori l’esigenza di un aumento della squadra di governo e credo che ogni ministro darà il proprio parere per quanto riguarda ogni singolo dicastero”.
Secondo Berlusconi l’ipotesi dell’incompatibilità è molto difficile da applicare poiché ci sono delle leggi che limitano gli aspetti economici della vicenda. Il Premier commenta quindi il ‘caso Ruby’: “l’Italia si è consegnata alla magistratura che ha creduto di poter diventare un potere e questo è qualcosa che in questo momento produce degli effetti che io non voglio commentare perché userei parole necessariamente forti ma che la generalità dei cittadini italiani ha ben capito essere qualcosa di indecente”.

Sull’ipotesi di essere processato con il rito immediato aggiunge: “io non ho nessun timore di questi processi perché le accuse non sono solo infondate ma addirittura ridicole”. Si tratta di “invenzioni” della procura di Milano che “non ha nessuna competenza né territoriale né funzionale e quindi siamo in una violazione del sistema di legge molto grave”.
Berlusconi commenta anche la possibilità di ottenere la separazione dei poteri da lui auspicata con un ritorno all’articolo 68 della Costituzione sull’immunità parlamentare così come era prima della riforma: “Non è sul tavolo come ipotesi ma non escludo che un domani, se qualcuno la evocherà, non ci possa essere”.

Ai cronisti che gli chiedono se abbia intenzione di incontrare il presidente della Repubblica dopo i ripetuti appelli del Colle ad abbassare i toni dello scontro politico-istituzionale, il Premier risponde: “con il Capo dello Stato ho una continuità di rapporti attraverso miei ministri ed il sottosegretario Letta, se necessario lui mi chiama o io gli chiedo un incontro. E quindi non ci sono difficoltà di contatti e c’è una cordialità di rapporti”.
E poi, sul federalismo: “penso che passerà, con un pareggio (nella cosiddetta bicameralina) andremo avanti lo stesso perché la legge consente al governo di procedere anche se il risultato della commissione è di pareggio”.
E sull’ipotesi di ricorrere alle urne ribadisce: “non la escludo e nel caso di impossibilità a governare per noi la via è quella di nuove elezioni, ma così com’è oggi la situazione mi pare che avendo una maggioranza alla Camera ed al Senato non ce ne sia alcun motivo”, aggiungendo che a suo avviso il voto anticipato sarebbe un danno per l’Italia perché “sottoporrebbe il Paese ad un periodo di instabilità e proprio sulla base della stabilità le agenzie di rating stabiliscono il proprio giudizio. E quindi il nuovo governo che ne uscirebbe, che io penso sarebbe comunque di centrodestra, si troverebbe in una situazione identica ma peggiorata da 4-5 mesi di instabilità. E a pagarne il prezzo sarebbero i contribuenti italiani”. Il Premier spiega quali sono le aspettative dell’Italia su quanto sta accadendo in Egitto: “quello che noi ci auguriamo è che ci possa essere un passaggio ad un diverso regime che sia indolore per la popolazione e che possa portare presto ad una conferma democratica”.

E alla domanda se Mubarak debba fare un passo indietro chiarisce: “non posso rispondere perché c’è molta differenza tra cosa pensa un popolo di 80 milioni di egiziani e che cosa pensa un milione o due che sono in piazza. Quindi è difficile sceverare quale sia il sentimento e l’umore di un Paese così grande. L’Europa si riunirà venerdì e in quel momento, tutti d’accordo, decideremo il da farsi. Oggi come oggi c’è una situazione molto confusa e non credo ci possa essere un intervento né da parte dell’Unione né degli Stati Uniti: ci sono problemi che devono trovare una soluzione in ambito locale come è giusto che sia. L’auspicio – conclude – è che comunque vadano le cose non ci possa essere una situazione che porti la Tunisia e l’Egitto a degli sviluppi come quelli a cui purtroppo abbiamo assistito in Iran”.
« tutte le news
« tutte le discussioni
« tutte le opinioni
spazio » solo le news di politica
» solo le news di cultura
» solo le news di attualità
spazio invia un commento a questo articolo
stampa questa pagina
spazio
spazio
Segnala questo articolo ad un amicospazio spazio
spazio
scrivici
spazio
spazio
scrivici
destraitalia@destraitalia.it
spazio
spazio
spazio
speciali
spazio
spazio spazio spazio
speciale dal mondo spazio speciale enti locali
dal mondo spazio enti locali
spazio spazio spazio
spazio
spazio
spazio
cerca nel sito


spazio
spazio
news
spazio spazio
spazio
spazio
Salvini: 'La Tav si farà, il progetto verrà soltanto rivisto'
spazio
Brexit: Pil Gb +0,2% nel trimestre,-0,4% a dicembre
spazio
Migranti, Di Maio: pronti a un incidente diplomatico con l'Olanda
spazio
Mogherini, pronti a chiudere Sophia
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Paolo VI e Romero santi in Vaticano il 14 ottobre
spazio
E' morto Paolo Villaggio. La figlia: "Ora sei di nuovo libero di volare"
spazio
Palermo capitale italiana della cultura
spazio
Un libro di foto per raccontare i 70 anni dell'Unicef. In collaborazione con Ansa
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Vasto incendio a Cogoleto (Genova): sfollati e scuole chiuse. La A10 riapre solo verso Savona
spazio
Incendio nella nuova tendopoli di San Ferdinando, un morto
spazio
Migranti: nave Mediterranea ferma davanti Lampedusa. Salvini: 'Non entrano'
spazio
Vaccini: da oggi a scuola soltanto con il certificato
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Poveri universitari, ecco perché non riescono più a pagarsi gli studi
spazio
Toglie i rifiuti dalla spiaggia e viene multata
spazio
Il bimbo di 15 mesi piange, mamma e figli cacciati dal bus: "Infastidiva il conducente"
spazio
Gaza, Netanyahu: "Operazione potrà richiedere tempo"
spazio
spazio
speciali
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
USA. POLIZIA SPARA A NERO DISARMATO
spazio
Burkina Faso, anti-governativi incendiano il Parlamento
spazio
Casa Bianca, Usa sono in guerra con Isis
spazio
Vivian e Alice, insieme da 72 anni, oggi spose:
spazio
spazio
spazio
spazio spazio
spazio
spazio
Crocetta, discariche? No deriva camorra
spazio
MAZARA, DISPOSTO IL PAGAMENTO DI 410 MILA EURO IN FAVORE DI BELICE AMBIENTE
spazio
MAZARA, COMPLETATI I LAVORI DI ARREDO URBANO NEL LARGO “SANTO VASSALLO”
spazio
MAZARA, DOMANDE PER LE BORSE LAVORO
spazio
spazio
spazio
inizio pagina spazio powered by Redstone multimedia Redstone multimedia
spazio
spazio